Diacono Antonino Maiorana

Gesù al centro della vita

II domenica di Pasqua – C

2 min read
Ad otto giorni dalla Pasqua, il Signore ci raduna insieme e ci offre la pace proprio come ha fatto con gli apostoli. Chiediamo al Signore di farci comprendere il valore del dono ricevuto e di farci ritrovare lo spirito di fraternità che animava le prime comunità cristiane.

Ad otto giorni dalla Pasqua, il Signore ci raduna insieme e ci offre la pace proprio come ha fatto con gli apostoli.

Chiediamo al Signore di farci comprendere il valore del dono ricevuto e di farci ritrovare lo spirito di fraternità che animava le prime comunità cristiane.

La pagina evangelica ci presenta le due apparizioni di Cristo ai suoi apostoli. Gesù risorto dona la pace e aiuta Tommaso a superare la sua crisi di fede. Gli apostoli diventeranno fondatori di comunità.

Nella fede in Cristo risorto, il cristiano trova la forza e la serenità per affrontare le difficoltà e le prove più difficili.

Preghiamo affinché anche la nostra comunità ritrovi il primitivo fervore sull’esempio della prima comunità cristiana.

Accostandoci all’Eucaristia, preghiamo affinché il Signore donandoci la gioia e la pace trasformi la nostra esistenza quotidiana.

PREGHIERA

Pure per noi sia Pasqua, Signore:

vieni ed entra nella nostra parrocchia,

abbiamo tutti e di tutto paura,

paura di credere,

paura a non credere…

Paura di essere liberi e grandi!

Vieni ed abbatti le porte dei nostri cuori,

le diffidenze, i molti sospetti:

Entra e ripeti ancora il saluto:

«Pace a voi», perché sei risorto;

e più nessuno ti fermi:

tu libero di apparire a chi vuoi e  crede in Te!

Torna e alita ancora il tuo spirito

come il Padre alitò su Adamo:

e dal peccato sia sciolta la terra,

che tutti vedono in noi il Risorto.

Credere senza l’orgoglio di credere,

credere senza vedere e toccare!…

Tu sai, Tommaso, il dramma degli atei,

tu il più difficile a dirsi beato!

(D. M. Turoldo)

Visualizzazioni: 0

Lascia un commento