Gesù al centro della vita Riflessioni personali

Antonino Francesco Maria Maiorana

XI DOMENICA TEMPO ORDINARIO – B

2 min read

Alla luce della parabola del seminatore in cui si afferma che «il seminatore semina la Parola», si comprende che Gesù qui sta parlando dell’efficacia della Parola di Dio.

Del resto, il seme, simbolo della Parola di Dio e del Regno di Dio, non è anche segno di Cristo stesso e della sua Pasqua, della sua morte e della sua resurrezione?

La Parola di Dio è sempre «la parola della croce» e la sua efficacia è dello stesso ordine dell’efficacia salvifica della croce: potenza di vita celata nell’impotenza di un crocifisso. Esattamente come il Regno di Dio che è simile a un seme gettato e che deve essere sepolto nella terra per germinare.

L’Eucaristia è la forza con la quale l’uomo che avrà coltivato nel proprio cuore la Parola di Dio sarà da essa rigenerato e ne mostrerà l’efficacia nel suo stesso vivere, senza esibizionismi, fino alla sua pienezza.

PREGHIERA

Ho imparato

che non muore

chi lascia dietro di sé

un seme

se c’è qualcuno a custodire

il piccolo seme verde

e a crescerlo nel cuore

sotto un dolore di neve

e a lasciarlo crescere ancora

nel sole senza tramonto dell’amore

finché diventa

un albero grande che da ombra e frutti

e altri semi.

Signore, vorrei lasciargli

un piccolo seme verde

e vorrei, Signore, lasciargli la neve e il sole.

Amen   –   (Preghiere di Mamma e Papa, Gribaudi, Torino, 1989).

  

Getta i semi nella terra il contadino, poi si riposa e guarda tutto intorno; guarda il campo, la casa e il mulino, pensa che i semi saran pane un giorno. (C. Del Soldato)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.