Vai alla barra degli strumenti

Gesù al centro della vita Riflessioni personali

Antonino Francesco Maria Maiorana

Lettera a Sant’Antonio da Padova

2 min read
Carissimo Sant’Antonio da Padova, ti scrivo queste poche righe alla soglia dei miei 60 anni per ringraziarti per tutte le volte che hai intercesso per me.

Carissimo Sant’Antonio da Padova,

ti scrivo queste poche righe alla soglia dei miei 60 anni per ringraziarti per tutte le volte che hai intercesso per me.

Ero poco più di un bambino che già, grazie alla fede di mia nonna, ho cominciato a conoscerti. Donna molto devota a te, ogni anno in occasione della tua festa insieme a lei, tutte le mattine, venivo alla messa delle 6 per partecipare alla “tredicina” in tuo onore, tradizione continuata con mia mamma e poi da me fino ad un paio di anni fa.

Circa 25 anni fa, servendoti di un mio amico, mi hai riportato al convento per partecipare ad alcune catechesi bibliche, in realtà invece erano incontri di formazione per fare parte del Terz’Ordine dei Minori. Da circa 20 anni sono terziario insieme a mia moglie e viviamo la nostra fede secondo gli insegnamenti di Francesco d’Assisi.

Inoltre, servendoti anche di un tuo frate, mi hai fatto scoprire il ministero del diaconato permanente. Il frate mi ha invitato ad iniziare il cammino di formazione verso l’Ordine Sacro nel grado del diaconato e il 18 luglio 2013 sono stato Ordinato diacono dal vescovo Mons. Calogero La Piana.

Ti ringrazio per tutte le volte che, trovandomi in difficoltà e ho chiesto il tuo aiuto, tu come un padre che ama il proprio figlio, sei intervenuto intercedendo in mio favore verso Dio.

Grazie Sant’Antonio da Padova per aver contribuito nella mia vita a farmi scoprire le meraviglie che Dio ha riservato per ciascuno di noi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.